//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js

Iniziamo con il chiarire cosa sono gli “inspiration shoot” (o style shoot”) per chi ancora non lo sapesse: si tratta di servizi fotografici (e/o video) realizzati in collaborazione con fornitori del settore (che vanno selezionati in modo intenzionale: devono condividere obiettivi e target e funzionare bene per il tipo di progetto che volete realizzare). Gli obiettivi sono molteplici.
Possono essere davvero strategici per posizionare o RIposizionare la ns immagine sul mercato, e darci visibilità su uno specifico target, ma sono anche utilizzati dai leader per consolidare la loro leadership in quanto permettono di osare, sperimentare, azzardare.
So che alcune importanti wp ci investono molto (anche in termini economici) considerandolo uno strumento di marketing importante.
Più frequentemente, i fornitori che decidono di collaborare investono ognuno del suo (chi tempo, chi materiali, chi entrambe). Può capitare che si decida di condividere le spese dei modelli (specialmente quando servono o si vogliono modelli di un certo tipo e con consolidata esperienza).

Solitamente si sceglie un tema, un’ispirazione che viene sviluppata in una moodboard condivisa con tutti i fornitori che partecipano.
Tutti sono quindi chiamati ad interpretare questa moodboard e concretizzarla nel loro lavoro, siano essi i dolci, il trucco o i fiori. Ognuno deve potersi esprimere creativamente, ma in base alla mia esperienza è molto importante che il wp mantenga la leadership (con autorevolezza e NON autorità, ma questo concetto si meriterebbe un post a sé) e definisca bene il territorio.

Questo tipo di lavoro è molto utile per vedere in azione i collaboratori, vedere come si approcciano e come si muovono.

Il grande vantaggio per tutti è potersi “esprimere” creativamente non essendo vincolati a un cliente, a delle necessità logistiche o a un budget (in molti casi gli allestimenti, per essere riprodotti in larga scala, richiederebbero un investimento considerevole).
Inoltre, a differenza di un real wedding, abbiamo il pieno controllo di luci e tempi, e anche il più piccolo dettaglio potrà essere messo in grande evidenza.
Gli style shoot vengono sottoposti a blog o riviste di settore (submissions) per essere pubblicati, ovviamente con i credits di tutti i fornitori, che ricevono quindi visite al sito, ottengono backlink utili alla seo, e vengono taggati sui social media.

I maggiori wedding blog cercano di differenziarsi fra di loro e trovare un loro posizionamento sul mercato, sarà quindi opportuno selezionare i blog secondo rilevanza per lo specifico target a cui ci stiamo rivolgendo (vedi link a seguire). Non è facile ottenere attenzione dai blog più richiesti, e spesso occorre sottoporre a più blog. Dopo la prima pubblicazione, scaduti i termini dell’esclusiva, potrete riproporlo ad altri blog. Può essere un’ attività molto time consuming per cui potrebbe essere strategico puntare direttamente a blog di nicchie per voi rilevanti.
Condivido con voi anche le indicazioni fornite dall’editor di You&YourWedding. Scusate se logoro e pasticciato 😉 ma ci era stato consegnato solo cartaceo e il file digitale nn era mai arrivato 😉 x cui ve lo beccate così 😉 al link in fondo.

Suggerisco sempre gli style shoot a tutte le wp che stanno partendo. Sono utilissimi per crearsi un portfolio in modo intenzionale e strategico, con “rischi” limitati e cmq non corsi sulla pellaccia degli sposi, utili per costruire o consolidare relazioni e creare visibilità.

E voi, care wp all’ascolto, fate style-shoots? che obiettivi vi hanno permesso di raggiungere? Quali difficoltà avete riscontrato?

http://junebugweddings.com/wedding-photo-blog/photobug/get-published-advice-top-weddingbloggers/
http://bridalmusings.com/2015/07/wedding-blogs-for-every-couple/
https://www.dropbox.com/sh/aw2s9exa9sx9ll8/AABrUevXhodwbmPl57pBgTq-a?dl=0

 

Shares
Shares